Agnolotti ripieni di bietole

Gli agnolotti ripieni è una tipica pasta fresca del Piemonte, si tratta di un formato conosciuto in tutta Italia e anche all’estero ed è molto apprezzato per la sua semplicità.

Nella seguente ricetta vedremo come preparare degli agnolotti ripieni di bietole conditi con  un brodo di carne (manzo e vitello) il tutto fatto in casa in maniera semplice e veloce. Una ricetta adatta soprattutto al periodo invernale quando un buon pasto caldo ti soddisfa e ti riscalda.


Ingredienti per 4 persone

Per la pasta degli agnolotti occorre

  • 400 gr di farina
  • 4 uova
  • sale

Per il ripieno degli agnolotti occorre

  • 300 gr di bietole
  • 100 gr di prosciutto crudo
  • 100 gr di parmigiano
  • 2 uova
  • Sale

Per condire occorre

  • 450 gr di spalla di manzo
  • 100 gr di vitello
  • 80 gr di burro
  • 40 gr di lardo
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • Un rametto di rosmarino
  • Un ciuffetto di cerfoglio e di timo
  • ½ l di vino rosso
  • ½ bicchiere di olio
  • Abbondante parmigiano grattufiato
  • Sale q.b.
  • Pepe a piacere
  • Noce moscata

Tempo di preparazione:
Tempo di cottura:

Come preparare agnolotti ripieni con bietole

  1. Preparate innanzitutto il condimento per gli agnolotti. piemontesi Tagliate il vitello a pezzetti e mettetelo a macerare in una terrina, coperta con il vino rosso. Ponete al fuoco, in una casseruola di terracotta, il burro, l’olio e il lardo tritato; fate rosolare, poi unite un trito di cipolla e aglio, rosmarino, cerfoglio e timo.
  2. Insaporite con una buona presa di sale, un pizzico di pepe e un pochino di noce moscata grattugiata.
  3. Non appena le verdure saranno appassite, adagiate nella casseruola la spalla tagliata a pezzettini, lasciandola rosolare a fuoco moderato. Unite il vitello e, anche questo sarà colorito, versate nel recipiente il vino in macerazione.
  4. Coprite la casseruola e lasciate cuocere per almeno due ore, aggiungendo di tanto in tanto, se necessario, poca acqua calda.
  5. Nel frattempo preparate il ripieno degli agnolotti. Mondate, lavate e lessate in pochissima acqua bollente salata le bietole; scolatele, strizzatele, tritateli finemente e ponetele in una terrina insieme al prosciutto crudo tritato, 100 gr di parmigiano e alle uova.
  6. Ora è la volta della pasta degli agnolotti. Mettete la farina a fontana sulla spianatoia, salatela, rompetevi nel mezzo le uova e procedete ad impastare; fate quindi riposare la pasta per 30 minuti. Non appena la carne sarà cotta, estraetela dal recipiente e passatela al tritacarne. Unitene un quarto al condimento, che farete cuocere ancora per qualche minuto a fuoco dolce, e la parte rimanente al ripieno, rimestando accuratamente con un cucchiaio di legno. Dopo aver steso la pasta in una o più sfoglie sottili, componete gli agnolotti.
  7. Infine cuocete gli agnolotti ripieni in acqua bollente salata, scolateli, quindi conditeli con il sugo e il parmigiano.

Consiglio

In alternativa potete condire i ravioli ripieni con un sugo di carne e verdure o ragù oppure più semplicemente con burro e salvia.

Conservazione

Gli agnolotti cotti possono essere conservati in frigorifero per un giorno al massimo. Possono essere congelati da crudi solo se sono stati utilizzati ingredienti freschi e non decongelati.

Curiosità

Oltre agli agnolotti ripieni di verdure o formaggi nella Langa è molto diffuso anche l’agnolotto al plin”, letteralmente “pizzicotto”, dalla caratteristica forma a barchetta e ripieno di sola carne.


[Voti: 2    Media Voto: 4.5/5]

Lascia un Commento