Passatelli in brodo

I passatelli in brodo sono un piatto tradizionale dell’Emilia Romagna dove tradizione e cucina si sposano insieme per creare piatti fatti a mano sani e genuini. I passatelli si preparano con un impasto di uova, parmigiano e pangrattato, cotto in brodo. Spesso ai passatelli asciutti si preferiscono i passatelli in brodo piatti tipico delle festività natalizie e del periodo invernale.


Ingredienti per 4 persone
  • 100 gr di pane grattato fine
  • 150 gr di parmigiano reggiano grattugiato
  • 3 uova
  • 1 noce di burro
  • 1,5 l di brodo di carne
  • Un pizzico di noce moscata

Tempo di preparazione:
Tempo di cottura:

Passatelli in brodo

  1. In una ciotola mescolate con cura le uova, leggermente sbattute, il pangrattato, il parmigiano, il burro e insaporite il tutto con una generosa grattugiata di noce moscata. Mescolate bene fino a ottenere un impasto omogeneo. Fate riposare per 20 minuti.
  2. Mettete poi il composto nell’apposito utensile e fatene uscire tanti cilindretti che staccherete con la lama di un coltello.
  3. Fateli bollire nel brodo di carne fino a quando non galleggeranno.
  4. Versate il tutto in una zuppiera da portare in tavola, con il coperchio, e aspettate 10 minuti prima di gustarli, magari con l’aggiunta di altro parmigiano grattugiato.

LEGGI ANCHE: Brodo di carne

Consiglio

Se volete cimentarvi nella realizzazione di questa pasta, potete realizzarla con l’aiuto del tritacarne, uno strumento che vi sarà molto utile.

Stagione ideale

Essendo un primo piatto invernale, in brodo i passatelli romagnoli si gustano meglio d’inverno.

Qualche notizia in più sui passatelli

I passatelli romagnoli differiscono da quelli marchigiani per l’assenza di carne, benchè in alcune zone venga ugualmente aggiunta all’impasto.

I passatelli appartengono alla tradizione emiliano-romagnola tuttavia sono largamente diffusi in altre zone d’Italia. Per esempio nelle Marche dove si preparano i cosiddetti passatelli di carne, nell’impasto viene utilizzata la carne utilizzata per il brodo. In Lazio, e più precisamente a Roma, i passatelli cotti in brodo sono considerati come piatto delle feste. Lo strumento utilizzato non ha un nome specifico se non ferro per i passatelli, in dialetto fèr per i pasatèi. I fori di uscita dell’impasto hanno una larghezza che varia, l’uno dall’altro, da 4 a 5 mm garantendo così forme sempre differenti ai passatelli.

TAG: Passatelli romagnoli | Passatelli | Ricetta passatelli | Passatelli in brodo | Passatelli asciutti


[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Lascia un Commento